Questo sito usa alcuni cookie. Ti invitiamo a prendere visione dell'informativa.

Top Panel
A+ R A-

Lettera di Natale 2021 "Un Natale a colori.."

“UN NATALE A COLORI…”

LETTERA DI NATALE 2021

Carissimi parrocchiani e carissime parrocchiane,

desidero raggiungervi con questa lettera per porgervi i migliori auguri di un buon e sereno Natale del Signore Gesù. Un augurio che si riverbera anche per fine anno 2021 e l’inizio del 2022. Quest’ultimo sia un anno capace di serenità ed armonia e di testimoniare la gioia di una “rinascita” della nostra quotidianità. Questo è un Natale diverso, potremmo definirlo “a colori”. Subito ci vengono in mente quattro tinte che già da due anni (quasi) ci accompagnano: rosso; arancione; giallo e bianco. Ci compaiono davanti ai nostri occhi come le limitazioni più restringenti e, via via, quelle meno vincolanti. Però qui desidero dare una nuova interpretazione, partendo dalla parola di Dio e dal significato del Natale.

            Iniziamo con il rosso. Esso rappresenta diverse cose, dallo “stare attenti”, al “pericolo”, al fatto che non ci si può muovere oltre i confini comunali perché siamo in una situazione davvero gravosa. Ci viene alla mente il periodo del lockdown.

Però, il rosso, è anche il colore della vita, della forza, del Natale. Il rosso ci ricorda che dobbiamo stare attenti ai pericoli che ci sono a Natale. In primis di perderne il significato cristiano, della nascita del nostro Signore, ma anche di perdere la bellezza dello stare assieme in famiglia e di vivere un momento di stupore e meraviglia dove il «dono» non è solo quello che si scambia, me è anche la relazione autentica del condividere e creare comunione.

Passiamo all’arancione, questo è il colore dell’alba e del tramonto, ove le tinte colorano il cielo. È il colore dell’inizio e della fine. Così il Natale è l’inizio della nostra storia come cristiani, ma è anche la prospettiva del «dopo», in questa tensione verso Dio. Un colore che ci rammenta la straordinarietà della memoria delle nostre tradizioni, del nostro essere.

Il giallo, poi, è il colore del sole. Il vero «sole di giustizia» (Mal 3,19), Gesù, che riscalda la nostra esistenza e le dona vita. Non solo, il giallo è il colore della fiamma, del fuoco, dei campi di grano tutte immagini che ci portano alla vita. Il Natale è la vita della nostra fede, facciamo lo sforzo di rafforzarla e di rinnovarla.

In ultimo il bianco, il colore della luce. Per noi questa luce è Gesù. Lui stesso si definisce come tale «Io sono la luce del mondo» (Gv 8,12). Perché si definisce come luce? Lo vediamo all’inizio del Vangelo di Giovanni quando scrive: «In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini; la luce splende nelle tenebre e le tenebre non l'hanno vinta» (Gv 1, 4) e poco avanti «veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo» (Gv 1,9). La luce è vita, illumina, rischiara, così Gesù per la nostra vita, per la nostra fede e per la nostra comunità. Lasciamoci avvolgere da questa luce e viviamo l’esperienza del Natale con quella gioia e stupore di chi ha incontrato davvero il Signore nella sua storia.

Buon Natale del Signore a tutti anche da parte di don Fabio, diac. Corrado e Diego.

Di cuore benedico voi e tutti i vostri familiari.

Sac. Luca Buzziol

Parroco

Calendario Eventi

Gennaio 2022
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

Area Riservata

Ricordami