Villotta HD
A+ R A-

GRUPPO CARITÀ MISSIONARIO: UN PO' DI STORIA

cgmwebIl gruppo nasce nell’autunno 1984 con l’arrivo in parrocchia di don Luigi Tomè. Egli in poco tempo è riuscito a far lavorare i parrocchiani e realizzare il primo mercatino di Natale in favore delle missioni. Le donne hanno ricamato, cucito, dipinto, ecc.; gli uomini intagliato legno, battuto ferro, intrecciato salice per far cesti, ecc.. Tutti hanno saputo dare il meglio di sè. I mercatini sono poi continuati nel tempo anche se don Luigi è deceduto il 4 agosto 1985; in soli dieci mesi di permanenza a Villotta egli è riuscito a lasciare un’impronta missionaria che tutt’ora ha profonde radici. Tutti i sacerdoti che hanno guidato la comunità di Villotta dopo don Luigi Tomè hanno sempre sostenuto il gruppo Carità – Missionario nel suo operare per le missioni e in parrocchia. L’organizzazione
I componenti il gruppo si incontrano c/o la sala parrocchiale ogni primo mercoledì di ogni mese dell’anno alle 20.30 (anche nei mesi estivi, perché i poveri non vanno in ferie). Da alcuni anni si lavora in rete con i gruppi caritativi dell’Unità Pastorale. Insieme ci si trova tre volte nell’arco dell’anno pastorale (ottobre, febbraio e giugno) per la formazione e l’organizzazione delle attività in comune. A fine ottobre e in luglio ci incontriamo con i gruppi caritativi della Forania per meglio conoscerci e collaborare. Il diacono Corrado Comparin ha dato la sua disponibilità per guidarci nel cammino di crescita formativa A Villotta ogni terzo sabato del mese, dalle ore 15 alle 17, viene organizzata la raccolta di tutto ciò che può avere ancora vita: indumenti, calzature, gioccattoli, stoviglie, medicinali, occhiali e cellulari usati, tappi plastica e sughero, mobili ecc.. Questo tipo di organizzazione ha fatto sì che il gruppo continui tutt’oggi nella sua missione.
Il gruppo è costituito da una decina di persone, oltre ad alcune altre che intervengono solo al bisogno, cioè ad esempio in occasione delle raccolte stagionali di indumenti della CARITAS diocesana, mettendo a disposizione mezzi e forze.

GRUPPO CARITÀ MISSIONARIO: LE INIZIATIVE

Come finanzia le proprie iniziative?
Il gruppo finanzia le proprie iniziative mediante svariate modalità. Le offerte sono raccolte ad esempio tramite: Mercatino di prodotti artigianali e culinari; Pranzo e cena di solidarietà; offerte varie.
Alcune iniziative:
Le coperte
Dal 1990 un gruppo di donne prepara la lana in gomitoli per fare coperte, che poi vengono confezionate dalle nostre anziane. Coperte che vengono destinate alla missione, e siamo arrivati a inviarne, ad oggi, 780. Va doverosamente segnalata la collaborazione delle donne del Centro Diurno di San Giovanni di Casarsa e del Gruppo Missionario della stessa Parrocchia; di Anna e Rina di Stiago ed Emma di Villanova di Portogruaro; degli anziani del Centro Diurno di Azzano Decimo, gruppo donne dell’A.I.F.A di San Vito e degli ospiti della Casa di Riposo di Portogruaro, San Vito al Tag.to e Morsano.
La  “festa della donna”
Un’altra iniziativa è la ricorrenza della “festa della donna” (8 marzo); in tale data viene solitamente invitata a fornire la propria testimonianza una donna che abbia vissuto una esperienza in missione; con lei condividiamo la celebrazione eucaristica ed una “pastasciutta insieme” presso la sala parrocchiale. Il ricavato dell’iniziativa va a favore di un progetto relativo alla missione proposta in tale giornata.
Sostegni a distanza ed altri progetti
I sostegni a distanza parrocchiali sono l’impegno maggiore in cui indirizziamo le nostre forze; nel dettaglio essi sono localizzati:
1. Nell’Orfanotrofio in Romania dove opera suor Natalia Longato, originaria di Blessaglia di Pramaggiore (VE). Le raccolte di indumenti, medicinali, ecc., per la maggior parte sono inviate presso questa missione, perché abbiamo il modo di usufruire di trasporti gratuiti. Nel gruppo c’è la presenza di Adriano che proviene proprio dal paese dov’è ubicato l’Orfanotrofio di suor Natalia ed è lui che si occupa dell’organizzazione dei trasporti;
2. in Brasile, attraverso la Caritas diocesana;
3. in Brasile, a Belo Horizonte, tramite i missionari di Villaregia;
4. in Etiopia, con il gruppo “Aiuto per l’Etiopia”;
5. in Bolivia, presso il centro ove operano suor Raimonda Mascherin e suor Federica Borean, entrambre originarie di Chions.
Inoltre sosteniamo progetti:
1. in Perù, mediante suor Celina;
2. in Kenia, presso la missione diocesana di don Romano e don Elvino;
3. in Cameroun, una fabbrica di biscotti impiantata da padre Antonio;
4. in Madagascar, presso la missione di padre Pietro Vazzoler, originario di Annone Veneto;
5. in Egitto, nel lebbrosario dove operano suor Gianvittoria di Porcia e la volontaria infermiera Rosa Fasulo di Pordenone;
6. in Congo, a favore dei pigmei, con fratel Giancarlo Bianchi e la volontaria Adriana;
7. in Niger, con Associazione Speranza Onlus sosteniamo progetti sanitari;
8. a Betlemme, con le suore elisabettine dell’ospedale pediatrico Baby ;
9. in Cina con le Piccole Apostole della Carità della Nostra Famiglia di San Vito per un progetto a favore dei bambini disabili.
Dal 2013, sosteniamo la realtà indiana delle “Bambine di strada” di Calcutta della missione delle suore della provvidenza, tramite gli amici di don Luigi Scrosoppi di Udine. Il progetto prevede un’insegnate che nel pomeriggio aiuta le bambine nei compiti.
Altre iniziative e collaborazioni
L’ottobre missionario, intensifichiamo le proposte e le iniziative. Il rosario missonario recitato anche in lingua straniere (rumeno, spagnolo, siriano e inglese).
Raccolta di alimentari “Carrello della Provvidenza” per il banco alimentare.
Sosteniamo la raccolta del Fondo di Solidarietà Diocesano.
Partecipiamo a corsi di formazione per volontari adetti ai Centri di Ascolto CARITAS.
Partecipiamo a mercatini nel territorio per vendere piccoli oggetti di nostra produzione.
Collaboriamo con le monache di Poffabro e con la bottega equosolidale l’Altrametà alla vendita dei loro prodotti.
Invitiamo i missionari di nostra conoscenza, in occasione dei loro rientri in Diocesi, e proponiamo un incontro in parrocchia o all’unità pastorale o in Forania.
Siamo legati e collaboriamo con le Caritas di Cinto Caomaggiore (VE), il Gruppo Missionario di Conegliano (TV) e San Giovanni di Casarsa. Inoltre partecipiamo alle iniziative proposte dal centro missionario diocesano: Veglia missionaria, Incontri di formazione, Via Crucis, ecc..
Inoltre organizziamo come UP il banco farmaceutico, del banco alimentare, la giornata missionaria, del migrante, del malato e la raccolta straordinaria di induementi della Caritas. Cerchiamo di essere vicini con una visita e una parola di conforto agli ammalati, alle loro famiglie e a color che vivono un lutto. In parrocchia, tre volte all’anno (a Natale, Pasqua e ad ottobre in occasione della Festa della Madonna del Rosario), andiamo a visitare tutti gli anziani e ammalati. A Natale e ad ottobre portiamo un piccolo dono ed a Pasqua l’ulivo benedetto. Abbiamo constatato come queste persone attendano con piacere la nostra visita. La nostra realtà paesana consta di una situazione molto bella per quanto riguarda i nostri anziani: sono tutti inseriti nelle proprie famiglie, ben tenuti dai famigliari o da badanti straniere. In tutti questi anni abbiamo fatto visita a pochissime persone ricoverate in casa di riposo. Questo dato fa onore al paese di Villotta, perché è un segnale che c’è molto rispetto e dedizione per i nostri anziani.

89ª GIORNATA MISSIONARIA DIOCESANA MONDIALE

vegliamissionariaLa nostra UP di Chions ha celebrato domenica 25 ottobre la Giornata Missionaria con la Santa Messa a Villotta e il pranzo di solidarietà a Taiedo a favore dell’istruzione per i bambini pigmei del Congo. Ringraziamo tutti coloro che in qualsiasi forma hanno contribuito alla realizzazione di tale giornata. Sono stati raccolti e consegnati ai missionari € 1.830,00.